Andrea Serio

Nato a Carrara nel 1973. Ha frequentato il Liceo Artistico Statale di Carrara, quindi l’Istituto Europeo di Design di Torino, dove ha conseguito il Diploma di Laurea in Illustrazione.
Dopo i primi riconoscimenti ottenuti nel campo del fumetto d’autore ( 1° Premio Torino Comics 1998 – Premio della Critica Torino Comics 1999), dal 1999 al 2002 ha pubblicato per le Edizioni d’Arte Lo Scarabeo i Tarocchi di Dante (testi di Giordano Berti) e i Liber T – Tarocchi delle Stelle Eterne (di Roberto Negrini); nel 2002/2003 ha collaborato con Quintorigo, fornendo le immagini per cover e booklet del disco In Cattività e del promo-cd La Forza del Passato, colonna sonora dell’omonimo film di Piergiorgio Gay (in concorso alla LXX Mostra del Cinema di Venezia). Nel 2007, in occasione del 70° Anniversario della Loterie Romande, ha partecipato al progetto Tribolo-L’incroyable aventure.
Ha realizzato numerose illustrazioni per copertine, manifesti, campagne pubblicitarie. I suoi disegni sono stati esposti in manifestazioni quali la Fiera del libro di Torino e il Festival internazionale Babel di Atene; nel 2009 è stato invitato a partecipare alla collettiva Futurismi, inserita nel Festival di musica e avanguardie artistiche LugoContemporanea.
Nel mese di aprile 2012 è stato pubblicato in Italia e in Francia il suo primo romanzo grafico, Nausicaa – L’altra Odissea, realizzato con il celebre sceneggiatore Bepi Vigna. Attualmente lavora a un progetto top secret in coppia con l’amico scrittore Michele Montanari.
Superdilettante, semi-espressionista, natural-Mattottiano, cronicamente malatosano, da sempre appassionato di musica, cinema e letteratura (non necessariamente in quest’ordine e preferibilmente non disgiunti), nutre ricambiata avversità per i computer(s) e digita sulla tastiera, come faceva Truffaut, con un solo dito.

SPETTACOLI:

Sabato 22 novembre 2014, ore 21.00
Piccolo Auditorium - Piazzetta Dettori CAGLIARI
prezzi: biglietto intero 8 euro, ridotto 5 euro
La riduzione spetta agli under 21, ai possessori della tessera Carta Giovani e CRAL Sardegna, agli studenti universitari, agli insegnanti e studenti delle scuole di danza, agli over 65.

altre informazioni sul Festival FIND
a corredo dello spettacolo sarà offerta una mostra di tavole del fumetto opera di Bepi Vigna e Andrea Serio esposte nel Foyer del Piccolo Auditorium.
Gli orari di visita saranno:
venerdì 21 (la mattina dalle 9 alle 13, e la sera dalle 15 alle 20),
sabato 22 e domenica 23 (dalle 9 alle 13 del mattino e la sera dalle 15 alle 22.30).

Sabato 13 dicembre 2014, ore 18.00
Museo dell'Ossidiana nell'ambito di Ossid_Azioni > 4 - Andar per Mare - PAU
altre informazioni sul Museo dell'Ossidiana
a corredo dello spettacolo sarà offerta una mostra di tavole del fumetto opera di Bepi Vigna e Andrea Serio esposte nei locali del Museo dell'Ossiana.
Gli orari di visita saranno:
dal 13 dicembre 2014 al 13 gennaio 2015 negli orari di apertura del museo.

Nausicaa è una giovane donna che desidera l'amore e che, nell’inseguire un sogno, vive la sua personale “Odissea”. Lasciata la meravigliosa terra dei Feaci, lasciato il re, suo padre, e la regina, sua madre, la fanciulla fa vela alla ricerca di Odisseo, l’uomo che l’ha sedotta e, come da tradizione, abbandonata.
Odisseo è il desiderio e il sogno, inafferrabile e sfuggente, che nel tentativo di non appartenere a nessuno, finisce per non appartenere nemmeno a se stesso e arriva a identificarsi con le sue menzogne, i suoi trucchi e i suoi raggiri. Il suo mito lo sovrasta, e lui, uomo moderno, mito tra i miti, ne sente tutto il peso e fugge nell’unico modo che conosce, attraverso la menzogna e l’invenzione: si procura da vivere raccontando le sue avventure, quelle vere e quelle sognate.
Diventato cieco Odisseo incontra il suo creatore, Omero, padre di tutti i narratori della storia, e in lui si rispecchia: ci troviamo a Napoli, capitale mondiale dell’arte, della parola e del raggiro, dove scopriamo che Odisseo è anche Margite, un buono a nulla, un incapace, che ‘sogna molte cose, ma tutte male’, in totale antitetisi al personaggio di Odisseo di cui rappresenta una sorta di parodia.Ed è a Napoli che Nausicaa, alla fine del suo viaggio, ritrova l’amato, mendicante e cieco; la fanciulla che sognava l’amore si è trasformata in una donna, che si chiede se l’uomo per il quale spasimava e per il quale ha affrontato le insidie del mare, esiste veramente o non sia stato solo un fugace sogno. Nausicaa, esita… cosa farà? Se ne andrà non vista o affronterà Odisseo? Egli è veramente cieco o la cecità non è altro che l’ennesimo travestimento?

Un adattamento scenico opera di Senio Dattena, il quale avvalendosi, oltre che della sua arte, anche di diverse forme espressive come l'illustrazione, la musica e la danza. Propone un nuovo tipo di spettacolo.

IL PROGETTO “NAUSICAA: L’ALTRA ODISSEA”
Dall’opera omerica ai linguaggi contemporanei.

Il viaggio di Nausicaa, la sua ricerca, la sua ansia e il suo desiderio, tratteggiati dalla penna di Bepi Vigna e dalle tavole evocative di Andrea Serio: una nuova, sorprendente prospettiva, attraverso cui narrare la vicenda omerica, per indagare la personalità multiforme di Odisseo e scoprire il punto di vista di una fanciulla che sogna l’amore e che, inseguendolo , si trasforma in donna.
Questo è il punto di partenza del progetto “Nausicaa: l’altra Odissea”, che ha come obbiettivo fondamentale la creazione e sperimentazione di una nuova tecnica narrativa che colleghi l’antico racconto dei cantastorie al fumetto e ai linguaggi multimediali.
L'adattamento scenico, infatti, trasforma il fumetto di Bepi Vigna in un racconto vivo, animato dalle scenografie tratte dalle illustrazioni di Andrea Serio: le immagini, elaborate con tecniche digitali e montate in filmati semi-animati, vengono proiettate sul palco e ricreano la profondità e il fascino delle ambientazioni, dalle spiagge della terra dei Feaci a Napoli .
Lo studio dell’interazione fra l’attore/narratore Senio Dattena e i semi-animati mira a far immergere il pubblico nelle suggestioni del fumetto, con le sue peculiarità narrative, artistiche e storiche; i linguaggi artistici che si fondono sul palcoscenico sono innumerevoli, grazie alla presenza della danzatrice Ivonne Carolina Bello Tovar e all’accompagnamento musicale di Marco Caredda (percussioni) e Mauro Laconi (chitarra elettrica).
Attraverso l’interazione fra il fumetto, la recitazione, la danza e la musica, la storia di Nausicaa e del suo amore per Odisseo si materializza davanti agli occhi degli spettatori, che si troveranno trasportati nelle atmosfere dell’opera omerica grazie ad una modalità di fruizione moderna e coinvolgente, sia per i ragazzi che per gli adulti.
Il progetto “Nausicaa: l’altra Odissea” si inserisce organicamente nel programma del Festival del Fumetto Nues 2014, che ha come sottotitolo “Performing Comics”: il fumetto si trasforma e , grazie alla contaminazione fra linguaggi artistici, si arricchisce di nuove suggestioni per creare una performance scenica ricca di contenuti e che stimoli alla riflessione sulle moderne modalità di fruizione della cultura, soprattutto per il pubblico più giovane.

HOME - PROGRAMMA COMPLETO - STAMPA - CREDITS - BLOG - FACEBOOK - TWITTER - FLICKR - YOUTUBE - SEEJAY
© sito realizzato da Centro Internazionale del Fumetto. I copyright delle diverse immagini appertengono ai rispettivi autori.